LOREM IPSUM DOLOR

I grandi attrattori storico-culturali della Campania 5/5 (1)

TOUR PIÚ GIORNI

1° GIORNO: la Collezione Farnese e i Tesori di Pompei in mostra a Napoli

Collezione al terminal di arrivo o alla stazione ferroviaria di Piazza Municipio. Trasferimento all’hotel con il minivan accessibile. Partenza col minivan per un itinerario che collega due zone della città ben distinte tra loro: il centro storico e la zona collinare di Capodimonte. Nelle due aree si trovano i due più importanti musei di Napoli, il Museo Archeologico Nazionale di Napoli e il Museo Nazionale di Capodimonte. I due punti di riferimento culturali sono in tal modo idealmente collegati dal fil rouge della famosa collezione Farnese, ivi esposta, ereditata dalla nonna di Carlo, Elizabeth, l’ultimo erede della storica nobile famiglia dei Farnese e vi farà scoprire gli straordinari capolavori artistici e archeologici che mondo ci invidia. Dopo la visita al Museo ed al palazzo Reale di Capodimonte si pranza presso una locanda fuori Porta piccola. Nel pomeriggio ci si sposta al centro storico per visitare lo straordinario Museo Archeologico Nazionale che si rivela a noi come un vero e proprio scrigno dei resti trovati nei siti di Pompei ed Ercolano al momento del primo scavo e portati a conoscenza del pubblico dal re Ferdinando. Lasciato il museo si potrà godere una breve passeggiata e una pausa caffè nella storica Galleria Principe di Napoli vicino alla Academy of Arts. T

Giorno 2: Caserta – la Reggia ed il parco + Capua

Prima colazione in hotel , incontro con la guida e partenza in minibus per la visita alla Reggia di Caserta costruita da Carlo II di Borbone che fu colpito dalla bellezza del paesaggio casertano e volle che fosse costruita una reggia tale che stesse al confronto con quella di Versailles e per creare tale opera chiamò un architetto che fosse anche artista e poeta:Luigi Vanvitelli. La reggia comprende 1200 fra saloni e camere e dall’atrio della Reggia si passa direttamente al parco Reale che con i suoi 100 ettari è uno dei più grandi parchi annessi ad edifici e fra i più belli d’Europa per la ricchezza di piante esotiche e rare, acque e statue. In questo complesso storico i visitatori vengono trascinati con la fantasia in un’altra epoca di splendori ma anche di misteri ed intrighi e ne riportano un ricordo indelebile di magnificenza e sontuosità.Con il minivan ci recheremo quindi a Capua per una sosta al ristorante bio situato all’interno dell’area archeologica e grazie ad un’ampia vetrata è possibile godersi la veduta sull’anfiteatro. Dopo il lunch visiteremo l’Anfiteatro Campano e il Museo dei Gladiatori L’anfiteatro insieme al vicino Museo dei Gladiatori immergono il visitatore nel mondo ludico degli spettacoli e combattimenti dell’antica Roma. Il reperto di maggiore interesse è la ricostruzione dei resti della cavea e vomitoria (accesso alla cavea) dell’anfiteatro di Capua, grazie alla quale il visitatore si sente protagonista della scena. Non di minor importanza sono i reperti delle armature dei gladiatori, grazie ai quali è possibile capire quante categorie vi erano a seconda dei combattimenti.  Cena e pernottamento in hotel.

Giorno 3 :     Ercolano – Gli scavi Archeologici e Torre Annunziata – Villa di Poppea

Prima colazione in hotel , incontro con la guida e partenza in minibus per la visita agli Ercolano. Questa cittadina fu ricoperta di lava vulcanica dall’eruzione del 79 .a.C e per questo gli edifici sono meglio conservati rispetto a quelli di Pompei e spesso sono rimasti in piedi i secondi piani delle abitazioni come si son preservati oggetti di vita quotidiana come stoffe, cibo. legno, mosaici e i papiri che descrivono vivida la vita di questa che era una località di vacanza. I corpi degli Ercolanesi non furono ritrovati in città perchè ebbero il tempo di rifugiarsi nelle grotte lungo la Marina dove trovarono la morte per le colate di fango. Anche di questa visita il turiste riporterà il più indelebile dei ricordi. Pranzo in zona. Nel pomeriggio a Torre Annunziata si visiterà la Villa di Poppea, grandiosa costruzione residenziale della metà del I secolo a.C., ampliata in età imperiale, era in corso di restauro al momento dell’eruzione. È attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone, ma in ogni caso rientrante nel patrimonio della famiglia imperiale.Nel tardo pomeriggio rientro in hotel, cena e pernottamento

 

Giorno 4:   Boscoreale – Antiquarium Nazionale + Pompei – Gli scavi Archeologici                        

 Prima colazione in hotel, trasferimento col minibus per Boscoreale dove visitermo L’Antiquarium Nazionale “Uomo e ambiente del territorio vesuviano” è situato nelle adiacenze dell’area archeologica di Villa Regina. Vi sono esposti numerosi reperti di ogni genere, rinvenuti spesso in eccezionale stato di conservazione sotto la coltre di cenere e lava vesuviana durante gli scavi effettuati, tra la fine dell’Ottocento ed i primi decenni del Novecento, in alcune delle case di Pompei e nelle ville rustiche e signorili attestate in questa zona. Grazie ai reperti, alle ricostruzioni delle ville rustiche sia in 3d che attraverso plastici potremmo immergerci nella vita comune delle antiche fattorie pompeiane, riuscendo a vedere e quasi assaporando con gli occhi ciò che mangiavano gli antichi romani, cosa producevano e come lo producevano, analizzando tutte le fasi di lavorazione del vino e non solo. Pranzo presso centro enogastronomico alle falde del Vesuvio.Nel pomeriggio visita agli scavi di Pompei, una delle più incredibili testimonianze della civiltà romana riemersa lentamente dal buio in cui fu sepolta nel 79 d.c. Numerosi sono i luoghi che meritano una visita:’la casa del fauno’, ‘la casa del centenar2io’, ‘la villa dei misteri’, l’anfiteatro, , la piazza del Foro etc.Tutto sembra fermo nel tempo perchè il materiale eruttivo ha fissato integre le sagome dei corpi agonizzanti, le abitazioni d i negozi..rendono Pompei uno dei ricordi turistici più indelebili. Nel tardo pomeriggio rientro in hotel, cena e pernottamento.

GIORNO 5: Avellino-Archivio di Stato

Prima colazione in hotel, trasferimento col minibus per Avellino il capoluogo della verde regione dell’Irpinia ricca di laghi, fiumi, cascate e foreste. Ma oltre all’intatto ambiente naturale , il territorio possiede anche un patrimonio storico culturale che va dagli Etruschi ai Longobardi. Dunque ad Avellino si visiterà l’Archivio di Stato istituito nel 1818 (Collezione regno Due Sicilie, 1818, n° 1379. La sede dell’Archivio è ubicatanel complesso monumentale dell’ex “carcere Borbonico” e conserva all’incirca 65.000 buste. Di un certo rilievo sono le pergamene relative agli enti religiosi soppressi (1423-1882) e una miscellanea di pergamene (1454-1757) costituita da bolle ecclesiastiche e privilegi risalenti al periodo aragonese e all’epoca del vicereame spagnolo. Uno dei fondi più consistenti è senz’altro l’Archivio notarile 1494 – 1899, fonte di grande interesse per lo studio dei fenomeni sociali. Approntati dagli Archivisti di Stato, esistono guide, repertori, elenchi, inventari sommari ed analitici, indici, regesti, trascrizioni e banca data informatica.Pranzo in uno degli innumerevoli ristoranti dove potremo gustare ricette tradizionali accompagnate dai famosi vini docg Taurasi, Greco di Tufo e Fiano. Nel pomeriggio percorreremo con il minivan il centro storico di Avellino sostando ad ammirare . Nel tardo pomeriggio rientro in hotel –tempo a disposizione –cena e pernottamento

GIORNO 6: Salerno – Archivio di Stato e il Museo e Parco Archeologico di Paestum

Prima colazione in hotel, trasferimento col minibus per Salerno dove dopo un breve giro della città visiteremo L’archivio di Stato Istituito nel 1934, è ospitato in quello che per secoli fu il palazzo giudiziario.. Al suo interno è ancora presente una piccola cella, dove erano rinchiusi i detenuti in attesa di giudizio, nella quale, sarebbe stato prigioniero anche Nicotera all’indomani della spedizione di Sapri.   Al piano terra, grazie ad alcuni lavori di restauro conclusi nel 2009, è aperta al pubblico la cappella di San Ludovico, cosiddetta per un affresco raffigurante il santo francescano figlio di Carlo II d’Angiò. Tutti gli affreschi venuti alla luce sono databili al XIII secolo. Il patrimonio L’Archivio di Stato di Salerno conserva la documentazione delle magistrature periferiche statali (del Regno di Napoli, poi delle Due Sicilie, del Regno d’Italia e della Repubblica Italiana) all’incirca centomila pezzi di documentazione cartacea e più di mille pergamene, oltre a circa ventiquattromila volumi. L’Istituto conserva inoltre una parte dell’archivio dell’Almo Collegio Medico Salernitano, che va dalla fine del XV secolo agli inizi del XIX. L’Istituto possiede anche una cospicua biblioteca. La documentazione non proveniente da magistrature statali, di origine e natura eterogenee, possono essere così ripartiti: protocolli notarili, volumi che contengono gli atti rogati dai notai e archivi comunali.Nel pomeriggio visiteremo Paestum, l’antica Poseidonia, era la città devotissima, oltre naturalmente a Poseidonia, ad Era ed Atena. Il viaggio parte dalla Magna Grecia, dove si potranno ammirare gli antichi templi, la necropoli e ciò che resta delle antiche botteghe ed abitazioni.Il museo attiguo aiuterà il visitatore a ricostruire i pezzi mancanti del puzzle. Esso documenta l’evoluzione e le trasformazioni della città, dalla fondazione della colonia greca fino all’istituzione della colonia latina, illuztra le trasformazioni nell’organizzazione sociale e pubblica, i riti religiosi, gli aspetti della vita quotidiana, l’arte e l’artigianato.Trasferimento al terminal di partenza. Fine dei servizi.


MAP


.
Posizione Mappa - Largo San Martino

Largo San Martino | Napoli, NA, 80129

Posizione Mappa - Sorrento

Piazza Torquato Tasso | Sorrento, NA, 80067

Posizione Mappa - Via Francesco Caracciolo

Via Francesco Caracciolo | Napoli, NA, 80122

Posizione Mappa - Parco Virgiliano

Parco Virgiliano, Viale Virgilio | Napoli, NA, 80123

Posizione Mappa - Scavi di Ercolano

Scavi di Ercolano, Corso Resina 187 | Ercolano, NA, 80056

Posizione Mappa - Basilica di Santa Chiara

Via Benedetto Croce 16 | Napoli, NA, 80134

Previous Next
Page 1 of 1

INFORMAZIONI

Il prezzo del tour si riferisce ad gruppo minimo di 10 partecipanti; varierà per gruppi formati da un numero maggiore o inferiore di partecipanti.
I prezzi si riferiscono ad un livello di sistemazione alberghiera di 4* e possono variare a seconda del periodo dell’anno ed alla disponibilità degli alberghi prescelti.
C’è la possibilità da parte del turista di richiedere livelli di servizi turistici differenti.
Gli itinerari possono subire modifiche, per ragioni tecniche operative non dipendenti dall’organizzatore.
Tutte le visite saranno comunque rispettate, seppur con ordine cronologico diverso da quanto appare in programma o sostituite con altre, garantendo comunque il completo svolgimento dello stesso.

LA QUOTA COMPRENDE/NON COMPRENDE

La Quota Comprende: bus accessibile, guida turistica, sistemazione in hotel 4 stelle prescelto in camera doppia, trattamento di mezza pensione con bevande incluse, assicurazione medico/bagaglio, biglietti di ingresso per il Castello di Sant’Elmo, la Certosa di San Martino, gli Scavi di Ercolano e al Museo Archeologico Virtuale.

La Quota Non Comprende: mance ed extra personali, accompagnatore personale, servizi aggiuntivi, attrezzature speciali, supplementi e riduzioni relative alla sistemazione alberghiera eventualmente prescelta, tasse di soggiorno da pagare in loco, assicurazione annullamento viaggio e tutto ciò non menzionato nella voce “la quota comprende”.

Valuta questo tour

 

Please rate this

Se sei interessato e vuoi prenotare questo tour, contattaci, compilando e inviando il seguente modulo. Sarai contattato entro 24/48 ore per la conferma e/o la definizione dei servizi.
 
Inoltre se hai bisogno di servizi speciali (assistenza, trasporto, accompagnatori, intrattenimenti, esigenze particolari, etc...), ti invitiamo a consultare l'elenco dei nostri servizi e di comunicarcelo nelle note.
 
Per maggiori informazioni telefona al nostro booking:
(+39) 380 4997481 - (+39) 335 6973981
 
Lunedì - Venerdì
10.00-19.00
 
I campi obbligatori sono indicati con (*)
 

 

Oggetto: *

N. Adulti: *

N. Bambini: *

Persone disabili/con bisogni speciali: *

 

Data di inizio tour: *

Data di fine tour: *

 

Informativa per il trattamento dei dati ai sensi del D.Lgs.n.196.
Si dichiara di aver preso atto dell'informativa sulla privacy